DIALOGHI TRA LE COPPIE: cap. 1

Quando lui e lei dei Tarocchi si incontrano, capita che si possa assistere a dei dialoghi divertenti che rispecchiano perfettamente le caratteristiche di entrambi. Oggi è toccato al Re e alla Regina di Denari. Ho riportato tutto quello che ho sentito e l’ho trascritto qui sotto. Stay tuned, perché ne pubblicherò altri più avanti. BuonaContinua a leggere “DIALOGHI TRA LE COPPIE: cap. 1”

LE CARTE CHE FANNO PAURA!

Capita, durante un consulto, che si peschino dei Tarocchi che incutono paura o inquietudine. Una delle reazioni più frequenti è: “Mamma mia che brutta carta!!!” Gli arcani maggiori che più spaventano sono quelli dell’immagine: L’arcano senza nome, l’Appeso, la Torre, il Diavolo. A me viene da sorridere perché gli Arcani sono tutti belli.  Vediamo insiemeContinua a leggere “LE CARTE CHE FANNO PAURA!”

RACCONTAMI UNA STORIA … con i TAROCCHI!

Tuo figlio è irrequieto e non vuole dormire? Raccontagli una storia utilizzando i Tarocchi! Questo è un esercizio molto interessante e coinvolgente da fare con gli ARCANI MAGGIORI. Ecco come funziona.

COMPOSIZIONE DEL MAZZO DI TAROCCHI

Mi sento spesso chiedere: ma quanti sono i Tarocchi? Ma tu li usi tutti o solo una parte? ma che differenza c’è tra gli Arcani Maggiori e i Minori? Così ho deciso di scrivere in questo Post come è composto un mazzo di Tarocchi.

SE FOSSE UNA CARTA: MATTO E MONDO

Capita che a volte riceva dei doni in cambio delle letture dei Tarocchi. Per questo ho pensato di ringraziare, raccontando la carta che più rappresenta chi mi fa il regalo, al momento della lettura. Spero che questa piccola rubrica vi piaccia! Un dono: questo campanello artigianale coloratissimo. Questa volta ci siamo anche lette le carteContinua a leggere “SE FOSSE UNA CARTA: MATTO E MONDO”

LA TORRE E IL TERREMOTO

Allora? anche a voi ricorda la Torre? La città di Ferrara è stata interessata da un evento sismico molto importante nel 1570, il cui sciame si protrasse per i 4 anni successivi. Metà degli edifici del ducato vennero distrutti, l’altra metà restarono in piedi, ma furono gravemente danneggiati.